Jeeg magnetico – parte 1

La mia febbre per Jeeg non finisce e quindi mi son messo sotto a magnetizzare una resina,
cercando di trovare delle soluzioni alternative a quelle che ho visto adottare fino ad oggi.

Questo il kit di partenza

ho iniziato dal busto, ho adottato per una parte delle calamite, per l’altra delle comuni rondelle in acciaio,
che permettono di evitare l’uso delle guarnizioni in gomma perché sviluppano sufficiente attrito,
infatti ho potuto usare questa soluzione tra le anche e le cosce.

per le ginocchia ho adottato ancora il vecchio sistema con calamite e guarnizioni
perché in realtà le ho fatte prima dell’intuizione delle rondelle e il magnete era ormai già incollato nella resina…

questo è il risultato con la testa che ha una sfera magnetica

per le spalle non ho voluto rinunciare alla mobilità e all’estetica originale e così mi sono imbarcato in un lavoro di fino:
ho diviso la boccia della spalla in due fette creando così uno snodo interno (sempre magnetico) e poi sono andato a fissarla al torace,
così facendo abbiamo due assi con cui è possibile far raggiungere alle braccia tutte le posizioni che vogliamo, ma esteticamente non si compromette nulla

la spalla si innesta poi sul torace che ospita una sfera magnetica

Annunci

5 pensieri riguardo “Jeeg magnetico – parte 1

  1. OTTIMO!
    Sono un appassionato di “costrutti” e se avessi tempo passerei le mie giornate a realizzarli.
    Cercavo da tempo un modo per creare giunture mobili, ed avevo pensato appunto a calamite sferiche con attacchi incavi. Ho pensato anche che forse la cosa migliore fosse una calamita sferica con un prolungamento da incastonare nell’arto agganciata a una lastra incava sempre con prolungamento.
    Non ho trovato nulla in rete simile a quello che ti ho descritto se non il vecchio gioco GeoMag. Ma non credo che la capacita’ di attrazione sia forte abbastanza per reggere.
    La tua soluzione è molto buona. Reggono?
    Proverò anche io la tua soluzione.
    Grazie
    Ranghos

  2. Da un po’ di giorni osservo i tuoi lavori, e sei davvero bravo! Mi sono imbattuto per caso nel tuo sito perché vorrei costruire un mio robot e cercavo informazioni su come creare le giunture.
    Quindi tu per le giunture consigli di prendere delle sfere magnetiche e delle rondelle di metallo? Così facendo l’articolazione è completamente mobile? Grazie! E ancora complimenti!

  3. Forse ho capito male: le sfere e le rondelle erano una soluzione “antica”. Dopo hai preferito le rondelle di metallo e le calamite (tonde ma a base piatta). giusto? E così l’articolazione è perfettamente mobile?

    1. Grazie dei complimenti. La soluzione “vecchia” è magnete nella resina, o-ring, sfera di acciaio, o-ring, magnete nell’altro pezzo di resina. Questo funziona.
      Io ho provato rondella di metallo nella resina, sfera magnetica, rondella di metallo nella resina.
      Posso dirti che funzionano tutti e due, ma l’ultimo sistema crea un campo magnetico notevole e non tutte le pose si riescono a far tenere al modello perché i vari punti di snodo entrano in conflitto tra loro.
      Quindi userei il vecchio metodo, ma cercando di posizionare gli o-ring nella resina scavando un canale con la fresa, così da non renderli tanto visibili.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...